Serie A3 femminile basket: La Libertas Delser Basket non molla, riparte dalla B per vincere

Leonardo de BiaseLa Libertas Delser Basket School Udine non cede allo sconforto per il mancato ripescaggio in serie A2 femminile, ma punta con grande impeto alla prossima serie B interregionale 2015-16, con l’obiettivo di recitare una parte da protagonista e provare a conquistarsi la serie superiore sul campo. Il ripescaggio, prima ufficialmente comunicato dalla Federbasket al sodalizio udinese e poi, altrettanto ufficialmente, negato ha creato scompiglio in fase di programmazione della prossima stagione sportiva. Continueranno le polemiche per l’evidente distonìa tra quanto scritto nelle Disposizioni Organizzative annuali, emanate dalla Fip ancora due mesi fa, quando si parlava di 36 squadre in serie A2, e le 28 squadre solo di recente ammesse al torneo 2015-16, togliendo il posto a Udine. Il patron friulano Leo de Biase, però, preferisce concentrarsi sulla costruzione della squadra, piuttosto che insistere sulle polemiche. Il primo nome che viene associato dal basketmercato alla Delser Basket School è quello di Elisa Mancabelli, un cavallo di ritorno, già a Udine nell’ultimo anno di serie A2 dello Sporting Club.
La serie B interregionale vedrà la Basket School impegnata in un girone con le altre regionali Aibi Fogliano, Abf Monfalcone, Oma Trieste e Interclub Muggia, oltre alle venete Sarcedo, Montecchio, Virtus Venezia, Treviso, Abano, Mestre, Padova, Ponzano e San Martino di Lupari, alla trentina Riva del Garda e all’altoatesina Pallacanestro Bolzano. Risultano aventi diritto, ma non iscritte la Libertas Cussignacco e il Montereale Valcellina, mentre non sembra esserci posto per la Ginnastica Triestina, nobile decaduta dall’A1 che ripartirà dalla serie C regionale.
Francesco Tonizzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.