Powerchair Hockey. I Madracs alla ricerca di un nuovo main sponsor

I Madracs Udine, la più importante squadra di hockey su carrozzina del Friuli, riaccendono i motori e annunciano importanti novità per l’imminente stagione 2019/20, la terza consecutiva in A1.

La perdita del main sponsor Alma non demoralizza l’ambiente che rilancia: “Abbiamo sempre creduto che le nostre radici siano profondamente radicate nella nostra terra e portiamo con orgoglio il nome del Friuli in tutta Italia e in Europa” spiega il capitano della squadra Benedetta De Cecco, anche responsabile del marketing e comunicazione “Alma per ovvie ragioni non può continuare a sostenerci, hanno già fatto tanto, in particolare Gianluca Mauro. Saremo eternamente grati a lui per le esperienze che ci ha fatto vivere.

Spesso purtroppo le cose belle finiscono troppo in fretta. Noi però non abbiamo paura, ci rimbocchiamo le maniche. Tanta gente ci è vicina, ci segue con affetto e calore, si appassiona a questo sport meraviglioso.

Siamo certi di poter trovare sostegno anche dai tanti capaci imprenditori locali, grandi e piccoli, chissà forse troveremo già quest’anno anche un nuovo main sponsor”.

Udine, che ha fatto la voce grossa nella scorsa stagione piazzandosi quinta a livello nazionale dopo i playoffs, non si vuole fermare davanti ad una situazione finanziaria al momento indefinita. Tanti i progetti avviati per continuare la crescita esponenziale degli ultimi anni, tra cui anche la partecipazione a un torneo di preseason internazionale con club provenienti da Olanda, Belgio e Finlandia.

La stagione Madracs 2019/2020

Una stagione la prossima che, già in questi mesi di preparazione, si preannuncia infuocata, a partire da una prima, clamorosa sorpresa che scuote l’ambiente verdenero. L’allenatore Ivan Minigutti ha infatti scelto di lasciare la guida tecnica della squadra. Dopo 5 anni di grandi successi (promozione in Serie A compresa) e dopo aver fatto fare dei passi enormi ai “suoi” Madracs, il mister saluta il suo ruolo di capo allenatore. La decisione, presa con il benestare del consiglio direttivo prima e di tutta la squadra poi, è arrivata spontaneamente, per motivi tutt’altro che negativi.

“Chi mi conosce bene sa quanto tenga al ruolo di allenatore. Un buon allenatore deve però essere coerente e puntare al bene della squadra, sempre e a ogni costo. Dopo tanti anni, era arrivato il momento di rompere gli equilibri, dare nuovi stimoli, provare nuove strade. Questo non è un addio, mi rimetterò in gioco come giocatore e continuerò nel mio ruolo di Presidente, ma ci tengo in ogni caso a ringraziare tutti i giocatori e lo staff che in questi anni hanno cercato di seguire le mie idee, ottenendo enormi risultati. Un grazie anche a tutti quelli che mi hanno dimostrato di avere apprezzato il lavoro svolto in questo lungo periodo.”

Tutto il popolo verde nero, i giocatori, lo staff, il Consiglio Direttivo e sicuramente anche i tifosi ci tengono a dire il più grande e sentito grazie a coach Minigutti che con passione, dedizione e costanza ha dedicato tutte le sue energie alla guida della squadra scrivendo i pezzi più importanti della storia verde nera e portando i Madracs fra le prime cinque squadre d’Italia.

I prossimi giorni saranno determinanti per la composizione del nuovo staff che porterà ulteriori importanti novità facendo stropicciare gli occhi ai tifosi. Nel frattempo, la squadra ci tiene a porre l’attenzione sullo slogan scelto per accompagnare i friulani nella stagione 2019/2020. Together Madracs. Squadra, tifosi, territorio. Assieme, uniti, motivati a costruire mattone dopo mattone i successi del futuro.