Martinis, Sansa e De Martin: tre friulane d’oro ai campionati italiani cadetti

Tre friulane d’oro nella prima giornata ai Tricolori cadetti per rappresentative regionali di atletica leggera all’aperto di Borgo Valsugana (in Trentino) che oggi vivrà la seconda e ultima giornata. Si sono laureate campionesse italiane Isabella Martinis (Malignani-Libertas Udine) nel martello, Giorgia Sansa (Libertas Friùl Palmanova) nel lungo e Rebecca De Martin (Libertas Sacile) nell’asta.
Di scuola udinese, Isabella Martinis – che vantava il miglior accredito del lotto – ha vinto la prova con una martellata di 53,96 metri con la quale si è collocata al vertice della graduatoria nazionale cadette.
Il botto della ragazza di Reana del Rojale, allenata dal tecnico della specialità Mario Vecchiato, ha consentito così di ritoccare di 30 centimetri il precedente limite e di staccare di 7 metri la seconda classificata Cecilia Desideri (Studentesca CaRiRi). Sulla pedana del lungo la palmarina Giorgia Sansa che godeva dei favori dei pronostici non si è smentita. Determinata e sicura dei propri mezzi, la lunghista di Chiopris Viscone si è imposta con il nuovo personale di 5,65 metri (aveva 5,44): un volo che ha rifilato 20 centimetri di scarto alla lombarda Giada Vailati. La neo campionessa italiana – atleta di 1,82 per 62 kg – sta crescendo sotto la guida dei professori Francesco Comuzzi e Manuela Mazzero, quest’ultima ex ostacolista di rango nazionale. La terza maglia di campionessa italiana l’ha indossata la sacilese Rebecca De Martin che, allenata da Giuliano Merlino, ha vinto il salto con l’asta valicando l’asticella a quota 3,40 metri ovvero 10 centimetri in più dell’udinese Martina Molinaro del Malignani-Libertas Udine (scuola Gianpaolo Cargnelli) che si è dovuta accontentare della medaglia d’argento. Quinta con 3 metri si è piazzata l’altra udinese Margherita Mazza. Tra gli altri risultati conseguiti dai portacolori friulani da segnalare la vittoria di Aurora Berton (Libertas Friùl Palmanova) sugli 80 piani extra che ha corso in 10”50, il quarto posto di Costanza Donato (Codroipo 2000) sugli 80 ostacoli con 11 ”95, l’ottavo posto di Fiorenza Bregant (Malignani-Libertas Udine) nel martello che ha lanciato a 40,57 metri, il decimo posto di Fabrizio Ceglie su 60 piani (9”43) e di Andrea Zampieri nel disco (27,26) entrambi in forza al team palmarino. Personale di 5,90 metri nel salto in lungo di Renato Acampora, cadetto del Trivium Spilimbergo.

Vincenzo Mazzei

Vedi articolo su MV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.